Il Rovescio della medaglia…Grace

Avete mai pensato a quanto una cosa che desiderate, che non vedetre l’ora di fare, si possa trasformare in un incubo? Un esempio banale?
 Dopo una giornata passata all’università, o a lavoro, o in un posto dove vi siete stressate, non desiderate altro che tuffarvi nella vostra vasca da bagno, con l’acqua bollente, per rilassarvi… e quando finalmente lo fate, e siete bagnate fino ai capelli, vi rendete conto che avete dimenticato l’accappaotoio,lo stereo inizia a perdere corrente e vi costringe ad uscire al freddo un sacco di volte per rimettere la musica, vi bussano trecento volte, perchè serve la spazzola, o qulunque altra ciafrusaglia che in quel momento ha scelto di finire proprio in quel bagno, solo per irritarvi…ci pensavo stasera, mentre mi lavavo, mi è capitato un sacco di volte, e ne capiterà ancora, il trucco sta nel avere pazienza, oh, io ne ho fin troppo, e mi inizio a domandare quando finirà…mah….
E adesso, per non tradire la mia buona abitudine, lascio una traccia musicale…
 
Apocalyptica – Grace

                                           Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

  
 
 
 
Perchè quando me l’hanno suonata davanti Domenica scorsa, ho chiuso gli occhi, e mi sono ritrovata a fare un viaggio, esattamente come succede con Hope, e perchè quando li riaprivo perchè mi dicevo "ma che fai? chiudi gli occhi? ti perdi il concerto!" sembrava che mi guardassero sorridendo, beh almeno Paavo, di sicuro l’ha fatto. Perchè poi mi sono resa conto che non riuscivo a tenere gli occhi aperti, e non riuscivo a mantenere la testa ferma, mi sentivo la musica nelle vene, e mi sembrava di impazzire. Perchè è stata una sensazione completamente diversa dalla sensazione familiare, di calore, appartenenza e gioia pura, che ho provato ad ottobre, guardando gli Ark. Perchè quei 5 hanno rievocato le sensazioni che fino adora, solo Sharon e i WT mi avevano procurato. Perchè non potevo nemmeno immaginare di ridere e sorridere tanto ad un concerto, nemmeno quando Ola parlava in italiano, no, nemmeno allora, perchè con Ola è stato serio, è stato serissimo, è stato il concerto che mi ha ricordato chi sono, dove sto andando e perchè ci sto andando.
Quello di domenica è stato energia, divertimento, e sbavo, ok, lo ammetto…ci abbiamo sbavato, ma io la musica che mi scorreva nelle vene, quella sensazione fantastica, che mi faceva chiudere gli occhi, e viaggiare chissà dove, non la dimentico, non la dimentico affatto.
 
Un ultima cosa…ed è rivolto a delle persone in patrticolare, sto parlando con voi, voi di conoscere le mie le mie sensazioni ve lo sognate, quello che provo io, lo so solo io, IO e nessun’altro, potete fare tutto quello che volete…ma non sarete MAI come me, e loro lo sanno, lo sanno perchè me lo leggono in faccia ogni volta che mi guardano, e ogni volta che mi sentono parlare, quindi, voi parassiti del cazzo…andate a farvi fottere!
 
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...