Vedo nero, sento bianco

Quello che sento è l’unica verità.

Ci sono momenti in cui una persona si stanca, oppure sente il bisogno di cambiare… o ancora di tornare alle sue "origini" oggi ho cambiato direzione più volte.
La mia solita giornata lunatica e adesso sono qui ad ascoltare musica… no, scusate mi correggo ad ascoltare la MIA  musica… e a chiedermi come è possibile sentire cose simili, dovrebbero essere bandite dalla legge… è un crimine.
Eppure è così bello che non mi stancherei mai e poi mai, avere la sensazione che uno sconosciuto riesce a parlare di te con 7 note e una manciata di parole… Pensare "Ma come diavolo è possibile? Tu non mi conosci…nessuno mi conosce così, queste cose non le ho mai dette a nessuno" e sentirlo lì che te le sciorina una dietro l’altra, mettendo a nudo i tuoi segreti, la tua anima…raccontando quello che ti è successo, entrandoti nel cuore con tanta dolce forza da farti sanguinare. E’ la sensazione più bella e più strana che tu abbia mai provato.
La mia è una Corte speciale e io ne sono la Regina, e come Regina scelgo il Menestrello che più mi aggrada, quando, come e dove dico io.
Ci sono parole così belle che è impossibile che qualcuno me le pronuncerà mai, ci sono frasi così intense che nessun uomo normale potrebbe mai pensarle, sono finte e sono vere…
Perchè come dico sempre… se ne scrivono vuol dire che qualcuno lo ha provato, no?
Non può essere solo una grande illusione di gruppo, eppure io vedo nero ma sento bianco.
La musica è una cosa meravigliosa, ti alza e ti abbassa come più le piace, persone che non conosci se non attraverso le loro canzoni decidono della tua giornata, decidono della tua vita…a me è capitato.
E in questo momento continuerei a sentire Marko fino all’alba di domani mattina… vorrei averlo qui a cantare piano per me, fino a farmi addormentare, e vorrei avere Sharon a fargli il controcanto mentre mi accarezza i capelli, come se fossi la sua bambina.
E domani mattina vedere Ola e Jyrki che mi preparano la colazione parlando di come va il mondo e di filosofia, mentre Jussi mi viene a svegliare, magari facendo un rumore infernale perchè inciampa.
La Mia musica mi coccola, mi mette a dormire e mi sveglia di mattina, mi consola quando sto male, mi fa saltare quando sono felice e sopratutto mi fa stare male quando ne ho bisogno.
E’ sempre lì e non c’è bisogno di spiegazioni, è l’amante perfetto anche se incorporeo.
Come tutto resto dopotutto, no?
Probabilmente questo post non ha ne capo ne coda, ma volevo scrivere qualcosa su quello che sto provando in questo momento, in cui sono da sola, di notte e ascolto quello che mi piace, nonostante fuori tutto il resto pare andare a rotoli.
Stavolta non lascio una canzone…
Ma come non lasci una canzone in un post sulla musica?
Si…non lo faccio.
Buonanotte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...