Prendiamo quello che ci viene, e facciamo del nostro meglio con quello…

Sono 4 giorni che cerco di scrivere un intervento, arrivo qui, scivo…cancello, posto… la connessione non va, lo space fa i capricci, perdo all’improvviso l’ispirazione… come se qualcosa mi impedisse di condividere queste cose qui sopra…a dire la verità, c’è molto poco da condividere, no…anzi mi correggo, c’è moltissimo…ma niente che interessi a voi.
Ho perso l’equilibrio, ho sentito la trave barcollare pericolosamente sotto i piedi, si è inclinata e ho fatto uno scivolone lunghissimo, che mi ha fatta ricadere nella parte sinistra della mia anima, poi la ruota ha girato…o meglio la trave si è ribaltata e mi ci sono ritrovata sopra…ma dal lato opposto a quello in cui ero da mesi.
Ma l’equilibrio è tornato comunque, no?
No… perchè qualcosa di diverso c’è, e le persone intorno a me se ne sono accorte, poco importa se questo…questo dove sono ora è il verso giusto…il verso in cui devo stare, oramai ci si era abituati all’altro… questa cosa mi prende un pochino male, lo ammetto… ma non è colpa di nessuno se quello che vedo io nello specchio non è quello che vedono gli altri, quindi sto cercando di sistemarmi con una angolazione che mi permetta di restare in equilibrio sulla trave, stare nel verso giusto e contemporaneamente guardare anche nell’altro verso, per non perdere le cose buone che ho fatto durante questi mesi….morale della storia?
Un gran bel casino!
Ci sono cose che facciamo di cui andiamo fieri, altre di cui non andiamo tanto fieri, è sempre tutta una scelta… da quando ti alzi al mattino, fino a quando vai a dormire la sera…tanti anni fa ho incontrato una persona molto sicura di sè…e ricordo che quando un nostro amico gli chiese "Ma come fai ad essere sempre così sicuro delle tue scelte?" lui rispose "Dò davvero questa impressione? avrei dovuto fare l’attore Sai… la maggior parte delle volte tutta la mia sicurezza si riduce ad una domanda,  mi chiedo semplicemente ‘Chissà cosa succede se vado in quella direzione’ è incredibile cosa ottieni in questa maniera" Io non ho mai avuto quel tipo di forza e l’ho sempre invidiata…è una forza che la natura non da a tutti, la verità forse è che ci sono dei periodi troppo lenti, che magari sono di serenità, ma che alla fine sembrano sempre tempo sprecato, anche perchè la tua memoria tende a ricordare solo quelli di frenesia.
Ho avuto momenti di frenesia…peccato che sono stati tutti disastrosi e alcuni fanno ancora male e promettono pericolosamente di scatenare rimpianti a non finire.
Però una cosa me la devo concedere, sono sempre stata una che si giudica duramente, non me ne lascio passare una e in 22 anni non c’è mai stato giorno in cui mi sia guardata allo specchio dicendomi "Ehi..come sono brava"  però una cosa me la devo, ho sempre fatto in modo di non avere rimpianti, in qualunque cosa io scegliessi di fare.
Sono stata calpestata, buttata a terra e scavalcata, ma almeno non mi pento di niente… è stato tutto un grosso, madornale errore, ma mentre lo facevo ne ero al corrente e questo mi impedisce di starci male.
Probabilmente sono una tipa tranquilla che odia la vita tranquilla…forse avrei dovuto lasciare gli studi tempo fa e mettermi a lavorare… non vedo l’ora di farlo a dire il vero, ogni giorno immagino di fare un lavoro diverso, ma non è mai monotono.
Forse quando guardo certe cose…è perchè voglio che la mia vita sia così, l’ho detto a Sabrina ieri sera, c’è qualcosa dentro di me che mi dice che in futuro sarò una persona dedita alla carriera…è vero, mi ci vedo…peccato che è una contradizione con quello che sono in questo momento…forse deve succedere qualcosa nella mia vita che mi farà cambiare…non lo so… sto saltando da un argomento all’altro come il mio solito, ma mi serve, è uno sfogo che tengo dentro da tanto tempo.
Cose nuove sono entrate nella mia mente, cose che non mi sarei mai aspettata… mi piace, mi fa rendere conto di come sono in realtà di cosa voglio davvero, del fatto che forse posso farcela ad ottenere quello che voglio, ma allo stesso tempo mi isolano, mi velano e mi impediscono di guardare oltre, di guardare il mondo che c’è fuori per come è realmente, perchè attraverso loro sono felice, mi sento bene… però è sempre tutto nella mia testa.
Non importa l’ho detto prima è questo il lato in cui devo stare…e poi, ammettiamolo, quante volte ci sono passata?? Oramai nemmeno le sto più a contare…però forse posso contare gli anni…vediamo un pò…dal 95 quanti anni sono passati? 14… Quattrordici anni così….beh direi che so decisamente come muovermi in questa situazione.
L’importante come dicevo prima è acquistare la capacità di riuscire a guardare indietro e non lasciare le cose buone che ho fatto fino ad ora, posso trovare un modo per conviere con tutto.
Anzi parliamoci chiaro, ora che la mia mente è avvolta anche da altro, il mio cuore non ha più niente da temere, sono salva e ancora una volta è solo per merito mio, come quel giorno di lacrime in cui mi sono salvata solo grazie a me e a nessun’altro.
Sono il mio cavaliere dall’armaturaa scintillante, non devo aspettare proprio nessuno, la verità è che per quanto sia doloroso, alla fine chi sa cosa fare, quando farlo e come farlo, sono sempre io.
Prendo tutto quello che mi viene e faccio del mio meglio con quello, ho l’universo nelle mie mani, è solo il mio…ma a chi importa davvero? Devo dare conto a qualcuno di come sono felice? Secondo me no…basta solo essere felici, anche se poi sei sola.
Non sei mai sempre felice, non si può, quindi accetterò i momenti di dolore e andrò avanti comunque, mi rendo conto solo adesso di quanto la strada che ho sotto i piedi sia giusta, ovvio non è come dovrebbe essere per essere perfetta per me, ma non è una tragedia, posso comunque percorrerla e arrivare dove finirà, magari fra qualche tempo capirò dove va, e sarò anche in grado di decidere se è lì che voglio andare davvero o se voglio deviare leggermente sal sentiero e iniziare a battere un’altra strada, una secondaria ma che è solo mia.
Ed eccomi qui… richiamata all’ordine, il flusso di è interrotto e cose più importanti e più futili richiamano la mia attenzione.
Mi uccideranno e mi daranno la vita… io alla fine sono certa di questo.
Una canzone? Si… Certo…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...