11th September

Non sono sicura che si dovrebbe ricordare questo giorno;  i morti e la loro memoria vanno sicuramente rispettati e va reso omaggio alle 2974 persone che hanno perso la vita 11 anni fa. E sono in prima linea per questo.Ma d’altro canto, segnare questo giorno nella storia equivale a dare importanza a quelle bestie che difendendosi con lo scudo della religione, si sono prese il diritto di spezzare tutte quelle vite umane.
Non lo so… a volte la punizione più forte mi sembra essere nell’oblio.
Tu non esisti, per noi non sei nessuno, non hai importanza.
Ma le persone uccise…oh quelle hanno importanza eccome.
Ed è per questo che scrivo questo post, adesso.
Perchè a prescindere da quello che penso, quello che sento è un’altra cosa.
Il mondo intero è stato ferito, esattamente come è stato ferito con l’olocausto, esattamente come è stato ferito con tutte le guerre che sono precedute prima, con tutto il sangue che è stato versato.
La pace è utopica, lo so bene. E la vendetta dovrebbe essere sovrannaturale. Onestamente spero lo sia, spero che un giorno, nell’aldilà, nel mondo degli spiriti, nell’inferno, in qualunque posto queste persone vadano dopo morte ricevano sulla loro anima tutta la sofferenza che hanno causato, tutto il dolore, non solo delle persone che hanno ucciso, ma dei loro familiari, dei loro amici, di tutte le persone del mondo che si riuniscono e si riuniranno per tutti gli anni a seguire, per ricordare quanto dolore è stato causato.
Perchè alla fine, noi non dimenticheremo e non perdoneremo.
p.s. So che la canzone è stata scritta per altri scopi, ma non ne trovo un’altra che definisca meglio i miei sentimenti.

I’m not sure this days should be remembered; dead and their memory has to be respected and w should pay honor to the 2974 people that lost their lives 11 years ago. And I’m in the first line for this.
But on the other hand, sign this day in history is giving importance to those beasts that shielding themselves with the shield of religion, took the right of killing so many human lives.
I don’t know…sometimes the strongest punishment seems the oblivion to me.
You don’t exist, to us you’re no one, you don’t matter.
But the people killed…oh they do matter.
And that’s why I’m writing this post right now.
Because what I think and what I feel are two different things.
The whole world has been hurt, just as it was hurt with the holocaust, just as it was hurt with all the wars that preceeded, with all the blood shed.
Peace is utopic, I know that. And vengeance should be supernatural. Honestly I hope it is, I hope that one day in the afterworld, in the world of the spirits, in hell, in whatever place those ‘people’ will go after they’re dead they’ll receive upon their soul all the suffering they caused, all the pain not only of the people they killed, but also those of their families, of their friends, of all the people that gather together and will gather in the future years, to remember all the pain that’s been cause.
Because in the end, we will not forget and will not forgive.

p.s. I know this song was written for something else, but I can’t find one that better can define my feeling.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...