Archivio tag | equalità

=

64755_4800147838340_1523027438_nQuesto post, forse ha da calendario qualche giorno di ritardo, visto che il boom c’è stato il 26, ma temi come questi – purtroppo – e lo ripeto PURTROPPO, non hanno mai scadenza, non c’è mai una sola giornata.
Si continua soltanto e inevitabilmente a scontrarsi con persone che rifiutano categoricamente di capire. Come se ci fosse qualcosa da capire poi…
Però iniziamo dall’inizio, di che cosa sto parlando esattamente? Di amore. Di matrimonio.
Attualmente ad alcune coppie è proibito sposarsi. Sposarsi in chiesa, sposarsi in comune. Proibito. Come se vivessimo nel 1800.
Ovviamente sto parlando delle coppie formate da due persone dello stesso sesso: gay, omosessuali, lesbiche, trans, bisessuali… c’è tutto un mondo, un universo addirittura sulla sessualità così vasto (universo appunto) che alcune cose sfuggono ancora alla me più curiosa.
Il punto è che non importa. NON IMPORTA.

Non ritengo di aver avuto un educazione particolarmente restrittiva o particolarmente permissiva. Anzi, credo che queste tematiche all’interno della mia famiglia le ho portate io stessa, quando nel 2001 – a 14 anni – ho iniziato a seguire i The Ark.
E non sto qui a parlare di loro…perchè altrimenti questo post sarebbe troppo lungo, però una cosa c’è da dirla…loro hanno spalancato le porte della mia mente da adolescente all’amore fra persone dello stesso sesso, e lo hanno fatto in maniera così naturale, così ‘normale’ che non ho MAI e ripeto MAI pensato che fosse sbagliato, che fosse peccato, che fosse qualcosa di inconcepibilmente perverso o diabolico.
Le persone si amano, che altro c’è da dire?

Ho realizzato di essere ‘speciale’, nel mio pensiero quando ho visto le facce dei miei compagni di classe prima e di alcune altre persone dopo, quando innocentemente ho messo in mezzo il discorso, esprimendo la mia opinione.
Esprimere la mia opinione su questo argomento, esprimere la mia opinione sull’amore mi ha etichettata più volte come ‘lesbica’ – come se poi fosse un insulto!

Ho realizzato di essere ‘speciale’, nel mio pensiero quando amiche che amavano altre amiche, sono rimaste assolutamente sconvolte dal mio atteggiamento di naturalezza nei loro confronti, dopo che avevo scoperto che loro amavano delle donne.
Mi sono allibita, quando un amica mi è venuta vicino, in discoteca una sera – ad una festa per ‘persone come loro’ – scusandosi di aver baciato la sua ragazza dell’epoca.
“Scusa se lo faccio, ma qui sono libera di farlo” questo è stato più o meno quello che mi ha detto…
Ed erano una delle cose più carine che avessi mai visto negli ultimi anni.
Nonostante lo fossero, lo fossero davvero…lei si sentiva in dovere di scusarsi nei miei confronti. Come se quello che stesse facendo fosse sbagliato, come se fosse una cosa orribile.
Mi sento male solo a pensare che ci sono tante ragazze, tante donne, tanti ragazzi, tanti uomini come lei… in tutto il mondo.
Continua a leggere

Annunci