Archivio tag | strenght

Fighter

English after the “read more”

Dopo tanti post  ‘poetici’  e  ‘monotematici’, torniamo a parlare di me.Pensiero del dopo doccia… in un periodo in cui sto su per giù facendo talmente tante di quelle cose che a volte lasciarsi andare alla disperazione è quasi naturale.
Ho ripensato alle difficoltà che ho incontrato in questo periodo, a tutte le cose negative e avverse che si sono avventate contro di me una dopo l’altra, e a come ho tenuto duro, continuando a camminare, a come non mi sono arresa.
Non era mai successo in vita mia, non mi ero mai sentita così forte.
Sono sempre andata avanti per la mia strada, ma mai in maniera così immediata… prima mi rintanavo da qualche parte, aspettavo di calmarmi, di recuperare le forze e poi andavo avanti piano. In questi ultimi mesi, reagisco immediatamente, non mi fermo, combatto al momento.
Mi sento una guerriera, ma non una di quelle aggressive, non sono mai stata aggressiva, non lo sono nemmeno adesso, mentre mi difendo.
E pensando a questa cosa, mi è tornata in mente lei, lei…che da bambina mi ha affascinata talmente tanto, che mi è costata il venire insultata alle medie non solo dai compagni di classe, ma anche dai professori.
Perchè, una ragazzina di 15 anni non deve vedere i cartoni animati, no?
Eppure mi ci ritrovavo così tanto perchè lei è una guerriera come me, una guerriera gentile, ma che non si ferma davanti a niente. Esattamente come sono io.
Io sono gentile, ma sono anche una guerriera e oggi lo so.

Continua a leggere

Annunci

Too many thoughts and the head crashes out

Troppi pensieri e la testa va in crash. Purtroppo è la triste verità, fai le cose e non ti ricordi, combini casini che non faresti mai nel pieno delle facoltà mentali e rilassata…
Il punto è che non è ‘stress’ non si tratta di stare sotto pressione…sono pensieri che si ricorrono in cerchio, costantemente nella tua testa e non riesci a fermarli perchè non sai come spezzare la catena. Penso che sia quello a cui ci si riferisce comunemente come “Circolo vizioso” e hai solo due soluzioni: Ti distruggi l’anima cercando di trovare una soluzione che non c’è  e pensi alle varie altre ‘possibili vie d’uscite’ che comunque non hai la forza di perseguire, oppure… Oppure ti estranei, completamente e totalmente, pensi ad altro a cose che non fanno male a cose che rilassano, aspettando di avere la forza di sguainare la spada e iniziare a sistemare le cose.
Di solito l’ultima opzione funziona bene per me…di solito… stavolta no. Stavolta ho cercato di rilassarmi più che potevo, ho cercato di estraniarmi e di guardare a tutto in un altra prospettiva. Ma non c’è stato niente da fare.
Stavolta devo inventarmi qualcos’altro.

 

 

Too many thoughts, and the head crashes. That’s unfortunately the sad truth, you do things and you don’t remember, you make huge mistakes you would never do in a relaxed and full in control mood…
The point is that’s not ‘stress’ you’re not under pressure…it’s just thoughts chasing each other in circle in your mind, and you can’t stop them and can’t break the chain.
I think it’s what they commonly refer to as “snake biting its tail” and there are two possibile solutions: First one you struggle with your soul to find the solution that isn’t there and hink about every possibile way out you don’t have the streght to follow anyway, or… Or you block everything out and focus on something else, you start thinking about things that relax you, things that don’t hurt you and makes you feel good, until you have the strenght to draw that sword out and start to fight to make things right.
Usually the second option works well for me…usually…not this time.
This time I’ve tried to block bad things out of my mind and relax the most I could. I tried to look at things differently, trying out different perspectives, but nothing worked.
This time I have to figure out something else.